Prima tappa: Tianjin

2

Sono partita per la Cina il 7 Luglio 2011 insieme alla mia amica e compagna di studi Valentina, che non vedrete nelle foto perché so che non le piace apparire su Internet.
10 ore di volo diretto Roma-Pechino (per fortuna in parte trascorse dormendo) e trasferimento a Tianjin in auto. 4 settimane di corso di cinese che ci aspettavano insieme a tante altre avventure.

PicMonkey Collage

Sono laureata in lingue e per tre anni ho dedicato me stessa al cinese. Alla fine del secondo anno ho deciso di partire per una breve esperienza sul posto: a che serviva studiare cinese senza recarsi in Cina? Molti sapranno dirvi più di quanto sarò in grado di fare io; sono stata lì solo un mese, ma questo non significa che non possa raccontarvi la mia Cina.

Per chi volesse recarsi in Cina una prima volta e non sa da dove cominciare, consiglio di affidarsi, come abbiamo fatto io e la mia amica, ad un’agenzia specializzata. Quella a cui ci siamo rivolte ha fatto per noi il visto, ha prenotato il volo A/R, ci ha iscritte al corso di cinese, ci ha trovato un alloggio e ci ha inviato un autista che ci ha aiutato con il trasferimento da e per l’aeroporto. Per il resto la vacanza-studio è stata la nostra, ma almeno non abbiamo dovuto preoccuparci di questioni tecniche, dato che già la lingua era un grosso ostacolo!

In questo primo articolo vi voglio parlare di Tianjin, la città dove effettivamente abbiamo vissuto per un mese intero.

PicMonkeyCollage

Tianjin 天津 è una grande città raggiungibile da Pechino in circa 30 minuti di treno. La zona che noi abbiamo vissuto di più è stata quella universitaria. Quello che stupisce della Cina sono le dimensioni: solo per visitare il campus universitario e tutte le strade circostanti ci abbiamo messo quasi una settimana! Ovviamente non avevamo molto tempo libero a disposizione, perché la mattina eravamo a lezione di cinese fino alle 12,00 e nel pomeriggio avevamo sempre esercizi da fare per il giorno successivo, quindi abbiamo visitato la città un po’ alla volta e un weekend lo abbiamo dedicato a gironzolare per il centro, dove c’è una mescolanza di diversi stili architettonici.

L’Università dove abbiamo studiato è la Nankai University 南开大学, una delle più note in Cina, e se mai qualcuno di voi volesse fare un’esperienza come questa, vi consiglio assolutamente di andare lì. Alla Nankai, e a Tianjin in generale, non ci sono moltissimi europei, quindi per imparare la lingua è il posto ideale. Le docenti universitarie sono preparatissime e sono sempre state disponibili ad aiutarci anche al di fuori del contesto-studio. A questo voglio aggiungere che il campus è accogliente, curato, pieno di verde e vicino a tutto ciò di cui si possa avere bisogno sia nel quotidiano, sia in situazioni di emergenza. Noi siamo state lì d’estate e posso dirvi che al campus non ci si sentiva mai soli a nessuna ora del giorno e della notte… guardate questo breve filmato e capirete 😀

Passiamo però a ciò che ci interessa veramente: il mangiare!
Il mio rapporto con il cibo in Cina è stato piuttosto conflittuale, almeno i primi tempi. Il cibo della mensa non è classificabile e ci abbiamo messo un po’ ad abituarci ai gusti cinesi, che non hanno niente a che vedere con il cibo cinese che mangiamo solitamente in Italia, senza contare che a Tianjin spesso e volentieri cucinano così piccante da restare senza fiato. Diciamo che quando ho iniziato a scoprire i miei piatti preferiti era ora di tornare a casa, ma meglio tardi che mai! Per mangiare le opzioni sono diverse, i prezzi sono sempre bassi rispetto a quelli a cui probabilmente siamo tutti abituati, e si va dai semplici chioschetti dove fare spuntini (i primi giorni abbiamo praticamente fatto l’abbonamento da un signore gentilissimo che vendeva dei panini di carne, di cui purtroppo non ricordo il nome), ai ristoranti di livello più o meno basso, ai fast food che tutti conosciamo. Un piatto tipico della zona sono sicuramente i Goubuli Baozi 狗不理包子, cioè dei panini cotti al vapore farciti con carne di maiale, che sono veramente speciali e potete trovarli sia nei ristoranti sia nei mercati. Un altro ristorantino che abbiamo apprezzato, anche se non per la pulizia, è stata una jiaozeria nei pressi dell’università, cioè un ristorante che cucina solo ravioli (Jiaozi 饺子) al vapore e alla piastra con dei ripieni che qui in Italia non avevamo mai trovato (quelli all’erba cipollina erano squisiti!). Ci aveva colpite perché la parete era ricoperta di bigliettini che poi abbiamo scoperto essere il menu!

PicMonkey Collage3

PicMonkey Collage4

Tutto questo finché un giorno a lezione abbiamo imparato una nuova parola: Huoguo 火锅, ovvero Hot Pot, un misto di carni e verdure che viene cucinato direttamente dai commensali a tavola. Per me è stata la svolta della vacanza! Nei ristoranti Hot Pot si ordina solo cibo crudo tagliato sottile, a tavola c’è un fornello con una grande pentola piena di brodo fumante dove il cibo viene immerso. Si cuoce in un attimo, acquisisce tutto un sapore divino e c’è una salsa di accompagnamento dal sapore simile alle noccioline che però non ho mai scoperto con cosa fosse fatta.

PicMonkey Collage1

PicMonkey Collage2
Insomma, l’Hot Pot è stato la mia salvezza, non so se in Italia ci siano ristoranti così, ma sarebbe un sogno poterci tornare!

Nonostante questo, dopo averne provate tante e dopo un mese di solo cibo cinese, la mancanza di casa si faceva sentire, e quindi devo ammettere che nell’ultimo periodo di permanenza abbiamo ceduto, recandoci in un locale che si spacciava per italiano e in un pub dietro il campus universitario dove facevano cucina occidentale! Ovviamente non era niente di speciale, ma dopo 4 settimane la nostalgia ci ha fatto percepire tutto più buono della realtà!

PicMonkey Collage5

Spero che questo resoconto di viaggio vi sia piaciuto e possa esservi utile per un’eventuale tappa a Tianjin. Tenetevi pronti perché nei prossimi giorni arriveranno i racconti di Pechino e a seguire Shanghai!

Annunci

2 comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...