Terza tappa: Shanghai

Dopo Tianjin e Pechino, non mi resta altro che raccontarvi dell’ultima città cinese che ho visitato: Shanghai. A circa 5 ore di treno da Tianjin, Shanghai è una delle città più moderne della Cina e sfortunatamente non ci ha accolte nel migliore dei modi.
In Cina la lingua è ufficialmente il cinese mandarino, ma non bisogna scordarsi che nelle diverse regioni si parlano anche dialetti differenti: a Shanghai si parla un dialetto incomprensibile e posso dirvi che ancora oggi ricordo la sera del nostro arrivo a Shanghai con angoscia! Nonostante questo, però, superate le nostre iniziali difficoltà comunicative con il tassista che doveva portarci dalla stazione dei treni fino all’albergo, il soggiorno a Shanghai si è trasformato nel più bel weekend trascorso in Cina.

Un nostro amico cinese, Suyi, è originario del Sud della Cina e, sapendo che io e Valentina stavamo trascorrendo un periodo a Tianjin, aveva deciso che avrebbe voluto passare del tempo con noi per farci da guida. Poiché ci trovavamo ai capi opposti della nazione, abbiamo optato per un incontro a metà strada e così ci siamo ritrovati a Shanghai. Non so se è stata la sua presenza a infondere serenità, visto che per due giorni non abbiamo dovuto preoccuparci di farci capire da nessuno, o forse è stato il meraviglioso contrasto fra la modernità dei grattacieli e le tradizionali costruzioni cinesi, che risultano perfettamente integrati, ma di Shanghai ho un ricordo speciale.

Il nostro albergo si trovava nei pressi del Bund, il famoso Viale della Rivoluzione, da cui si raggiunge facilmente via Nanchino, una delle strade dello shopping sfrenato, dove fino a tardi si possono fare acquisti e gli edifici illuminati la sera ricordano più una città come New York che il classico paesaggio cinese.
Una delle esperienze più divertenti è stata la nostra visita all’Oriental Pearl Tower, un grattacielo che permette di salire fino a 350m di altezza e ospita una stanza con un pavimento di vetro, oltre a un bellissimo museo che ricostruisce le attività quotidiane che svolgevano i cinesi nell’antichità.

PicMonkey Collage

Non vi consiglio di andare nella stanza con il pavimento di vetro se soffrite di vertigini, ma se non avete paura fatelo, perché è davvero indescrivibile la sensazione di camminare nel vuoto e ammirare la città dall’alto! Questo video è solo un piccolo assaggio…

Anche Shanghai, come le altre città, si è distinta per alcune specialità culinarie. Uno dei piatti tipici sono sicuramente degli appetitosi ravioli cotti al vapore ripieni di carne, detti Xiaolong Bao. A seconda del proprio budget c’è possibilità di mangiare sia in ristoranti più lussuosi, sia in ristoranti minori, ed è comune anche il cibo di strada. Grazie al nostro amico Suyi fortunatamente abbiamo sempre mangiato cibo di qualità, sia che si trattasse di piccoli chioschetti, sia che si trattasse di ristoranti più eleganti. Ricordo ad esempio di aver apprezzato una zuppa di tofu e granchio, nonostante non sia un’amante del tofu, mangiata nel ristorante di un centro commerciale. Oltretutto ho un ricordo curioso legato a quel ristorante: non avevano acqua fredda! Da bere avevamo ordinato té, abitudine diffusa in Cina, ma io avevo sete da morire e avevo bisogno di qualcosa di fresco da accompagnare ai piatti caldi che stavamo mangiando. Risultato: mi hanno portato dei cubetti di ghiaccio da mettere nell’acqua bollente!

PicMonkey Collage1
Con questi ultimi aneddoti, il mio diario di viaggio finisce. Provo sempre emozioni contrastanti quando ripenso all’avventura in Cina. Sono stata lì per un mese ma ne ho passate così tante che mi sembra di essere stata lì per un anno intero, e in altri momenti ho bisogno di riguardare le foto scattate per accertarmi di esserci stata davvero.
Quel che è certo è che si è trattato di una delle esperienze più importanti della mia vita, che mi hanno aiutato a maturare come persona, ed è quindi un’esperienza che consiglio a tutti di vivere almeno una volta nella vita.

Annunci

2 commenti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...