Parga e Ammoudia, il viaggio della maturità

Non so perché ma la Grecia è una delle mete tipiche dei giovani liceali in vena di festeggiamenti post-maturità. Il mio viaggio in Grecia risale proprio al 2009, anno in cui mi sono diplomata e ho fatto il mio primo vero viaggio lontana da casa. In questo senso posso davvero definirlo il viaggio della maturità! Non che non avessi fatto vacanze in precedenza, ma si era sempre trattato di gite con la scuola o di brevi soggiorni prevalentemente in Italia. La Grecia dunque per me rappresenta quel momento, che poi proprio momento non è, in cui sono diventata “grande”; al mio ritorno ho tagliato tutti i capelli in segno di cambiamento e ho iniziato un nuovo capitolo della mia vita!

tragitto

Compagno di avventure in questa occasione, come in ogni vacanza, è stato Alfredo, il mio fidanzato. Il viaggio per arrivare in Grecia non è stato di certo l’esperienza più rilassante della mia vita, ma i ricordi piacevoli legati a quella terra sono così vivi che sarei pronta a rifare la valigia all’istante… magari stavolta dormendo in cuccetta e non sul ponte del traghetto!
Partiti in macchina da Roma, abbiamo fatto una brevissima tappa a Loreto (dove mi dispiace dirlo ma è la morte civile!); qui abbiamo trascorso la notte prima di recarci in mattinata ad Ancona, pronti per imbarcarci in direzione di Igoumenitsa. Avevamo prenotato in anticipo qualche notte in un hotel a Parga e un altro paio di notti in un residence ad Ammoudia. Per gli ultimi giorni della vacanza pensavamo di cercare un campeggio in un’altra località che ci piacesse lungo la costa… ma la nostra tenda nuova di zecca è ovviamente rimasta chiusa in macchina!

viaggio

Parga (Πάργα) è un comune della Grecia situato a Preveza, una delle unità periferiche dell’Epiro, circa 50km a sud di Igoumenitsa. L’Hotel Maistrali è stata la nostra base: immerso nel verde di un giardino curatissimo, è stato perfetto per la posizione vicinissima al mare, memorabile per la cordialità dei gestori e le colazioni deliziose ed abbondanti. Tra le località visitate in quest’area della Grecia, Parga è sicuramente quella che ci ha colpiti maggiormente per la sua vitalità, per le sue spiagge ed il mare cristallino, per la cordialità delle persone, per la bellezza del paesaggio e ovviamente per il cibo squisito.

parga

Indimenticabile la sera in cui, dopo aver visto una barca con un cartello con su scritto “Stiamo pescando per Stefanos”, siamo andati in lungo e in largo per il paesino alla ricerca di questo ristorante. Lo abbiamo trovato e proprio lì alla Taverna Stefanos abbiamo trascorso una delle cene più romantiche della vacanza, gustando pesce fresco su una meravigliosa terrazza affacciata sul mare. Da bravi studenti squattrinati, però, per permetterci cene più particolari a base di pesce, dovevamo risparmiare sul pranzo, pertanto tappa fissa è diventato Ciros.
Ciros, snack bar gestito da un allegro signore di mezza età, era il tempio della carne. Qui la misera insalata greca a base di pomodori, cetrioli, cipolla, feta e olive mangiata sul traghetto è diventata un semplice ricordo. Da Ciros a poco prezzo mangiavi degli ottimi gyros pita e pita souvlaki, piatti simili al kebab che consistono in carne avvolta in un disco di pane lievitato (la pita) e condita con pomodori e salsa tzatziki, una salsa allo yogurt greco, aglio e cetrioli. Il bello è che, nonostante l’abbondanza, lasciavano sempre lo spazio sufficiente per fare merenda… Tranne quella volta in cui al posto del gyros pita abbiamo ordinato souvlaki merida e l’assenza della pita ha fatto sì che ci ritrovassimo il piatto praticamente inondato di carne!

DSC02978

ciros

Accennavo alle nostre merende. Se Ciros è diventato tappa fissa per il pranzo, il bar lì accanto, di cui purtroppo non ricordo il nome, è diventato tappa fissa per la merenda. A parte le coppe gelato strepitose, con cui una sera abbiamo addirittura cenato, il drink del tardo pomeriggio era il nostro adorato frappè with milk, una bevanda a base di caffè istantaneo zuccherato, acqua, latte e ghiaccio. Divino. E super dissetante.

100_0352

I giorni a Parga sono volati e con uno stato d’animo a metà strada tra il triste e l’emozionato ci siamo diretti verso la nostra seconda meta greca: Ammoudia. Ammoudia (Αμμουδιά) è un altro piccolo comune di Preveza, ma a mio avviso non ha nulla a che vedere con Parga. Il paesino è piccolo e accogliente, la spiaggia vasta e il mare limpido, ma purtroppo non appena siamo arrivati abbiamo rimpianto le nostre giornate a Parga. Dai racconti delle persone intorno a noi ci siamo resi conto che c’è gente che ci torna anche ogni anno, segno che è un luogo apprezzato, ma nonostante le sue qualità, non siamo riusciti a rivivere ad Ammoudia le stesse emozioni vissute nella precedente località.

mare

Ammoudia

A partire dal mare, motivo principale per cui abbiamo scelto di recarci in Grecia, come mostrato in foto sia a Parga che ad Ammoudia non c’è possibilità di lamentarsi! Tuttavia il fondale diverso, sassoso nella prima località e sabbioso nella seconda, fa sì che si abbia un effetto completamente differente, nonostante in entrambi i luoghi l’acqua sia cristallina. Oltre al mare, però, ad Ammoudia non abbiamo ritrovato nemmeno la vivacità di Parga, non c’erano luoghi da visitare né le viette piene di negozi di cui ci eravamo innamorati, né ristoranti tra cui scegliere. In realtà devo dire con onestà che probabilmente lungo quella costa della Grecia, Parga deve essere una perla. Durante il nostro tour per stabilire dove trascorrere gli ultimi giorni della vacanza, infatti, abbiamo trovato tantissimi luoghi dal mare paradisiaco, ma si trattava sempre di paesini dove a parte il mare c’era poco altro da fare, se non dormire, mentre noi cerchiamo sempre di trascorrere vacanze con il giusto mix di relax, divertimento, cibo, avventura.

tour

E’ per questo che, trascorsi i due giorni ad Ammoudia, siamo tornati sui nostri passi. Nel vecchio hotel fortunatamente c’erano ancora camere libere e siamo stati accolti a braccia aperte dall’anziano gestore che ormai consideravamo quasi un nonno. Non potevamo fare scelta più saggia! Così siamo tornati ai nostri bagni al mare circondati dai pesci e ai nostri frappè, ai pomeriggi di shopping e alle cene romantiche, alle passeggiate al porto e alle escursioni nella natura. Solo così potevamo concludere in bellezza la nostra vacanza.

parga 2

parga 3

ritorno

Annunci

One comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...