Mud cake (balls)… e altre storie

La Mud Cake (letteralmente tradotta come “torta di fango”) è una torta americana al cioccolato fondente dalla consistenza piuttosto pastosa che si presta perfettamente alla preparazione di torte in pasta di zucchero. La prima volta che ho cucinato questo impasto ho preparato proprio una di queste scenografiche torte decorate: era il compleanno di mia sorella e io avevo seguito da poco un corso di Cake Design, quindi volevo mettere in pratica quello che avevo imparato. Devo essere onesta, le torte in pasta di zucchero sono bellissime a vedersi ma personalmente non sono una super fan della loro dolcezza. Mi sono innamorata però di questa base al cioccolato fondente, pertanto volevo cercare di utilizzarla in qualche modo.
Avendo ricevuto pochissimo tempo fa in regalo da mia zia uno stampo in silicone per Cake Pops (“palline di torta”), ho deciso di provare a metterlo in uso preparando proprio delle Mud Cake Balls (insomma, Cake Pops senza il classico bastoncino da lecca-lecca!). Pensavo che il risultato sarebbe stato un disastro, ma lo è stato solo all’inizio a causa della mia impazienza. Le palline infatti vengono molto bene con lo stampo in silicone, ma bisogna essere pazienti ed attendere che si siano freddate perché altrimenti le distruggerete in un attimo. Io avevo molto impasto ancora da infornare, quindi sono stata poco paziente e dopo qualche minuto ho tolto le palline. Risultato: la metà delle mie Cake Balls è andata in briciole!
Detto questo, sono però molto soddisfatta del risultato. L’unica accortezza è quella di attendere che le palline siano quantomeno tiepide per toglierle dallo stampo e fare altre infornate, oppure preparare direttamente meno impasto anche perché con una teglia vengono una ventina di Cake Balls e con le dosi di una Mud Cake classica ne vengono quattro volte tante! Inoltre, come vi spiegherò meglio dopo, per rimediare ai miei pasticci sono riuscita a ricavare anche altre due ricette, quindi con questo impasto potete preparare:

  1. Una Mud Cake da 22-24 cm di diametro che potete ricoprire con della pasta di zucchero o, perché no, con della glassa al cioccolato (in questo caso cuocete tutto l’impasto a 180° per circa 50 minuti)
  2. Cake Balls al cioccolato fondente decorate con cioccolato bianco
  3. Cake Pops alla marmellata
  4. Mug Cake (“Torta in tazza”)

 

Ingredienti

  • 200g di cioccolato fondente
  • 160g di burro
  • 2 uova
  • 200g di zucchero
  • 300g* di farina 00
  • 50g di cacao amaro in polvere
  • una bustina di lievito per dolci vanigliato
  • 250ml di latte
  • cioccolato bianco per la decorazione

*originariamente io avevo seguito alla lettera la ricetta di misya.info mettendo solo 220g di farina, ma l’impasto viene piuttosto liquido e, una volta cotto, decisamente molto “fangoso”. Sì, è una Mud Cake, ma ho preferito aggiungere un altro po’ di farina e a mio gusto piace di più così. La consistenza resta sempre super cioccolatosa, ma diciamo che si incolla di meno.. 😀 A voi la scelta!

 

Preparazione

Preriscaldate il forno a 180°.

In un pentolino fate sciogliere il burro, unitevi il cioccolato fondente fatto a pezzetti e mescolate finché non è completamente fuso.

In un recipiente montate le uova con lo zucchero, poi unitevi a filo il cioccolato fuso precedentemente. A seguire unite anche la farina, il cacao e il lievito setacciati e infine il latte.

Versate l’impasto nello stampo per Cake Balls/Cake Pops rimanendo a filo con il bordo: non superatelo altrimenti fuoriuscirà e le palline non saranno affatto regolari. Richiudete lo stampo con la parte superiore che ha dei forellini e infornate per circa 20 minuti. Dai buchini in alto potete poi infilare uno stuzzicadenti per verificare la cottura.
Come vi ho già detto, aprite con delicatezza lo stampo per vedere se le palline hanno lievitato ma prima di toglierle definitivamente aspettate che si siano freddate.

A parte fate sciogliere a bagnomaria del cioccolato bianco e finché è molto caldo (purtroppo tende a freddarsi velocemente) decorate le vostre Mud Cake Balls come più vi piace.

PicMonkey Collage

12167134_10207776621603055_172159404_n

Secondo me il risultato è molto bello, soprattutto se ad esempio organizzate una festa: una pallina tira l’altra! E poi sono ottime sia mangiate così da sole, proprio perché l’impasto è molto cioccolatoso, sia tuffate nel latte.

Veniamo ora ai miei pasticci. Vi dicevo che sono riuscita a ricavare da questo impasto altre due ricette. La prima la potete realizzare con le Cake Balls che vi si potrebbero rompere. Non vi allarmate, perché quelle briciole saranno perfette per preparare dei veri e propri Cake Pops! Vi basterà unire alle briciole un po’ di marmellata (d’albicocca sarebbe perfetta, ma seguite i vostri gusti); per la quantità difficile dirlo: dipende da quante Cake Balls rompete! 😀 Aggiungetene poca alla volta finché l’impasto non è abbastanza compatto da poter riformare a mano delle palline, un po’ come quando preparate le polpette. A quel punto mettete le palline in congelatore per una quindicina di minuti e quando saranno fredde immergete l’estremità di un bastoncino da lecca-lecca nel cioccolato fuso, infilatelo nella pallina (con il cioccolato fuso almeno si fisserà bene all’interno) e poi ricoprite la pallina con altro cioccolato fuso, che potete anche decorare con zuccherini e quant’altro prima che si congeli intorno alla pallina.

La seconda ricetta invece potete prepararla se come me avete la bella idea di mettervi a cucinare dopo cena ma inaspettatamente si fanno le 23.00, avete ancora impasto sufficiente per un’altra infornata di Cake Balls ma siete stanchi morti. 😀 Bene, in quel caso la soluzione è semplicissima: Mug Cake! Le Mug Cakes (letteralmente “torte in tazza”) sono delle mini torte monoporzione da cuocere nel forno a microonde. Ho comprato un libro sulle Mug Cakes ma ancora non ero riuscita a trovare la ricetta che mi soddisfacesse perché l’impasto restava sempre troppo ammassato. Con la MUD Cake (lo so, non potevo scegliere nomi peggiori!) a quanto pare ho risolto il problema. Ho infatti versato l’impasto avanzato in una tazza da microonde riempiendola fino a metà e ho cotto a temperatura massima per circa due minuti. In pochissimo tempo ho visto la torta che cresceva fino a raggiungere l’orlo della tazza, che soddisfazione! Anche gusto e consistenza, al contrario di tante altre volte in cui avevo provato in passato, è perfetto, inoltre è la soluzione ideale se avete improvvisamente voglia di torta al cioccolato ma una torta intera è chiaramente esagerata. Provateci! 😉

PicMonkey Collage2

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...