Gli ingredienti del mese: Febbraio

FEBBRAIO

Come a gennaio, anche a febbraio si fa un po’ fatica a mangiare locale e di stagione, ma vale sempre il suggerimento di consumare cibi disponibili tutto l’anno, conserve, frutta secca, frutta disidratata e legumi. Gli agrumi continuano ad essere tra la frutta fresca più diffusa: le arance sanguinello di cui parlavamo a gennaio danno il meglio di loro proprio adesso. Per il resto la scelta di ingredienti è limitata, ma le opzioni sono comunque gustose e nutrienti. Questo mese parleremo infatti di carciofi spinosi, indivie, lattughe e patate.

 

  • Carciofi spinosi

I carciofi spinosi iniziano a vedersi sui banchi dei mercati già da novembre ma è febbraio il mese ideale per acquistarli, in quanto l’escursione termica tra giorno e notte li fa crescere più rigogliosi e anche i prezzi si abbassano. La principale regione dove si producono carciofi spinosi è la Sardegna, ma vengono coltivati anche in Sicilia e Liguria. Importantissimo è scegliere carciofi chiusi come un bocciolo di rosa poiché le foglie aperte indicano che c’è maggiore peluria interna che poi sarà inevitabilmente da eliminare. Il cuore del carciofo sarà poi perfetto in cucina per la preparazione di primi piatti o anche di crostini.

  • Indivie

Le indivie autunno-invernali sottoposte a imbianchimento sono le più apprezzate in Italia. Affini botanicamente alla cicoria, ne esistono due sottospecie: l’indivia riccia, molto utilizzata al Centro, e la scarola, tipica della tradizione culinaria campana. La prima ha foglie dai margini molto frastagliati e si consuma prevalentemente cruda, mentre la seconda ha foglie larghe e lisce o ondulate e si consuma prevalentemente cotta.

  • Lattughe

A fine mese con il tempo più clemente sarà il periodo ideale per iniziare a consumare verdure a foglia, soprattutto insalate verdi. Esistono tre tipologie di lattughe: cappucce, con foglie esterne dal verde al rosso e foglie interne chiare; romane, dotate di foglie allungate ed erette; da taglio, con cespi di piccole dimensioni, come i lattughini.

  • Patate

Le patate sono poco costose e reperibili in tutta Italia. In questo mese avremo a disposizione le patate più vecchie, quelle della scorsa raccolta, prima che arrivino sui piatti le patate novelle. Sono ricche di amido e perfette contro l’acidità di stomaco, adatte come semplice contorno o ottime nella preparazione di tortini, gnocchi e puré. Per gli gnocchi sono più indicate le patate a pasta gialla, mentre per il puré quelle a pasta bianca.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...